Azioni amazon: Comprare il titolo adesso conviene?

comprare investire azioni amazon

Amazon: la più grande azienda di commercio elettronico

Se navighi su internet non puoi ignorare certamente l’esistenza di questa azienda importantissima a livello mondiale. Si tratta di un marketplace, ovvero di una piattaforma alla quale gli altri si appoggiano per vendere, un punto di riferimento indiscusso a livello mondiale, ma soprattutto occidentale. Negli ultimi anni l’azienda ha conosciuto uno sviluppo crescente superato soltanto di recente, e di gran lunga, da Alibaba il marketplace cinese che sta ormai battendo ogni record avendo dichiarato fatturati superiori a quelli di Amazon ed Ebay messi insieme.

Ma per restare in tema Amazon qui nel nostro elaborato vogliamo rispondere essenzialmente ad una domanda: comprare il titolo adesso conviene? Comprendere quali sono i movimenti di mercato previsti per il futuro di Amazon non è semplice, cerchiamo quindi di fare chiarezza per verificare se sia conveniente o meno scegliere le azioni amazon per fare i propri investimenti.

Comprare azioni Amazon o vendere?

comprare azioni amazon

Negoziare in azioni Amazon in generale è sempre conveniente se si sceglie di farlo con gli strumenti giusti e puntando nel medio-lungo termine. Prima di farlo però sarà necessario raccogliere delle informazioni sull’andamento recente del titolo in borsa. A partire dall’ultimo trimestre del 2015 Amazon ha incrementato i suoi utili sensibilmente, in ogni caso il titolo non è riuscito a volare nella borsa di Wall Steet perché le entrate sono state leggermente inferiori rispetto alle aspettative. Come sempre vige la regola che il sentiment di mercato domina ed è necessario aspettare prima di prendere le proprie decisioni sul da farsi.

LEGGI PURE
Intervista ad Un Trader Professionista

Investire su Amazon: alcune considerazioni

Ecco alcuni parametri ai quali prestare attenzione per decidere se acquistare o vendere il titolo:

  1. Entità dei profitti: se le entrate ci sono ma non sono abbastanza elevate, questo verrà sempre e comunque visto come un segnale negativo da parte degli investitori che di conseguenza potrebbero comunque perdere fiducia e scegliere di spostare parte dei capitali altrove.
  2. Aumento dei ricavi: un occhio particolare va dato ai ricavi di Amazon che ad esempio nell’ultimo quarto del 2015 pur essendo cresciuti di 35 miliardi sono andati al di sotto di quello che attendevano gli analisti a 36 miliardi.
  3. Profitti del cloud computing: molta attenzione va data anche ai profitti provenienti dal cloud computing per l’azienda. La partita si gioca come sempre tra le previsioni degli analisti che se non corrispondono ai dati poi offerti da Amazon creano flessioni importanti per il titolo.
  4. Costi di gestione: come analisti fondamentali per investire in borsa non si può certo ignorare l’ammontare dei costi di gestione, non sempre l’aumento delle vendite infatti si traduce in dati positivi se contiamo che con esse spesso si assiste ad un aumento da capogiro anche dei costi di gestione cresciuti del 20,5% lo scorso anno.
  5. Valore delle azioni: infine bisogna guardare al valore delle azioni ed il loro trend nella prima parte del 2016 per trarre le proprie conclusioni.

Considerando che il titolo ha battuto tutte le attese nel primo trimestre del 2016 con ricavi stimati in 29,13 miliardi di dollari con un aumento del 28% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno si direbbe che le prospettive per il resto dell’anno potrebbero essere rosee ed il titolo dovrebbe crescere molto in borsa. Come abbiamo visto in precedenza quando i dati non rispettano le previsioni anche di poco subito gli investitori sentono il colpo e perdono fiducia, quando al contrario le previsioni vengono superate come in questo caso vi è grande entusiasmo nell’aria.

LEGGI PURE
Azioni Google: Come comprare e le previsioni future di Alphabet Inc.

I vertici di Amazon.com avevano previsto degli introiti di “soli” 26,5 miliardi. Il trimestre alla fine però si è chiuso con degli utili di 513 milioni di dollari rispetto all’andamento negativo dello stesso trimestre dello scorso anno dove i conti erano addirittura in rosso di 57 milioni di dollari. L’utile per azione è stato pari a 1,07 dollari una crescita non indifferente che dovrebbe suggerire un acquisto delle azioni Amazon anche in questo momento considerando che i ricavi previsti dai vertici questa volta superano i 28 miliardi di dollari.

Comprare azioni Alibabà o Microsoft al posto di Amazon?

Abbiamo visto come acquistare azioni Amazon non sia comunque una cattiva idea in questo momento, ma come abbiamo già sottolineato all’inizio di questo post anche Alibabà sta andando fortissimo. Il Marketplace asiatico è anch’esso una eccellente opportunità di investimento vista la crescita esponenziale che sta facendo registrare ultimamente. Bisogna però sempre tenere d’occhio l’evolversi della situazione visto che il titolo è molto volatile come spesso accade per colossi di questo tipo e quindi potrebbe non essere semplice da gestire per un principiante.

alibaba amazon microsoft

Per Microsoft le previsioni lasciano presagire un buon avvenire davanti specie dopo il successo del nuovo sistema operativo Windows 10 che ha ispirato fiducia nei consumatori visto che parliamo di un prodotto solido, e dopo l’acquisizione di Linkedin, il ben noto social network incentrato allo sviluppo di contratti professionali (quotato in borsa sotto la sigla LNKD) affare chiuso per ben 26 miliardi di dollari. Le novità non mancheranno anche quest’anno e potrebbero lanciare l’azienda verso nuovi orizzonti di profitto che si potranno sfruttare senza correre grossi rischi.

LEGGI PURE
Copia i Migliori Trader di Etoro

Rispondi