bitcoin cos'è

Cose’è Bitcoin

Bitcoin è una tecnologia rivoluzionaria che ha dato il via ad un nuovo modo di inviare pagamenti via internet. Si può intendere come un sistema aperto di contabilità dove migliaia di computer nel mondo lavorano insieme per monitorare la proprietà di questi nuovi buoni digitali chiamati bitcoin e di tutte le transazioni che vengono effettuate.

Come funziona Bitcoin?

Quando mandi a qualcuno dei bitcoin, la transazione viene trasmessa all’intera rete, dopo questa viene verificata è registrata nella catena dei blocchi la cosiddetta “Blockchain”.

La blockchain è una sorta di registro pubblico in cui vengono annotate tutte le transazioni avvenute sin dall’avvio del sistema. E’ condivisa e mantenuta dalla rete così tutti sono in grado di aggiornare, monitorare e controllare i registri.

Solitamente siamo abituati ad una valuta emessa da un’autorità centrale che controlla l’offerta di moneta e quindi la quantità da immettere sul mercato. Bitcoin invece, è un sistema peer to peer, senza un’autorità centrale. I bitcoin infatti sono generati direttamente dagli utenti che aiutano il processo di transazione nell’intera rete. Questo processo è noto con il termine di “mining”, estrazione.

Cos’è il mining

bitcoin miningI miners di Bitcoin si occupano di verificare e registrare le transazioni all’interno della blockchain grazie all’uso di potenti computer e come ricompensa per il lavoro svolto, ottengono in cambio dei bitcoin. Ed è proprio così che i bitcoin vengono immessi sul mercato. Il sistema è fatto affinché vengano estratti in totale solo 21 milioni di bitcoin, considerando che la potenza di calcolo necessaria per l’estrazione aumenta in maniera esponenziale e che con il passare del tempo la ricompensa ricevuta dai miners diminuisce (viene dimezzata ogni quattro anni), il risultato è una nuova domanda che scaturisce dalla scarsità del bene. Più si diffonde il bitcoin, più aumenterà la domanda di conseguenza vista la poca disponibilità del bene in natura il suo valore tenderà a salire.

Cosa sono i bitcoin?

Durante la lettura dell’articolo, noterai una differenza tra “Bitcoin” con la B maiuscola e “bitcoin” con la b minuscola. Quando parliamo del sistema e della valuta digitale in generale, scriviamo “Bitcoin”, quando invece ci riferiamo alla singola moneta di scambio parliamo di “bitcoin” in piccolo. Bene, fatta questa precisazione andiamo avanti.

LEGGI PURE
Trading Criptovalute: Come Investire in Criptovalute nel 2017

Bitcoin è la prima valuta di Internet e chiunque è libero di usarla. Non serve un conto corrente né tanto meno la maggiore età o la fedina penale pulita. Con Bitcoin, è possibile ricevere ed inviare qualunque somma a chiunque e ovunque nel mondo in maniera istantanea e totalmente anonima.

Come ottenere bitcoin

bitcoin valorePer poter ottenere bitcoin per acquistare online o per effettuare una transazione è necessario avere un indirizzo bitcoin dove riceverli. I bitcoin, vengono tenuti in un portafoglio digitale cosiddetto “wallet”. All’interno di questo wallet, (in rete se ne trovano diversi), è possibile generare il proprio indirizzo bitcoin.

In poche parole un indirizzo Bitcoin è una stringa di caratteri dove poter depositare i vostri bitcoin. Quando mandiamo o riceviamo dei bitcoin utilizziamo questi caratteri alfa numerici. I bitcoin sono divisibili in otto cifre decimali ciò significa che è possibile inviare anche frazioni di bitcoin (1 milionesimo di bitcoin è chiamato satoshi). Come già detto, con bitcoin ogni transazione è pubblica e chiunque può vedere e controllare tutti i trasferimenti in corso e quelli passati visitando la blockchain.

Ottenuto il nostro indirizzo di bitcoin, non ci resta che comprare bitcoin. Per poter acquistare bitcoin ci sono delle piattaforme apposite che vi permettono di poter comprare direttamente da altri possessori oppure dalla piattaforma stessa, utilizzando la vostra carta di credito o un bonifico bancario. Le piattaforme più diffuse dove comprare bitcoin sono le seguenti:

Servizio Modalità e Fee (costi) Trading Cripto
bitcoin exchange
  • Contanti, Carte e Bonifico
  • Costi: Varia
compra bitcoin
bitcoin exchange
  • Carte di Credito e Bonifico
  • Costi:3,99%
changelly exchange
  • Carte di Credito, Bonifico
  • Costi: Varia
compra bitcoin
bitcoin exchange
  • Carte, Bonifico, Paypal (carta)
  • Costi: 8,00%
compra bitcoin
the rock trading exchange
  • Bonifico Bancario
  • Costi: 1,00%
compra bitcoin
bitpanda exchange
  • Carte, Neteller, Skrill, Sepa
  • Costi: 2,75%
compra bitcoin
coinmama exchange
  • Carte di Credito o Contanti
  • Costi: 8,45%
compra bitcoin
exmo exchange
  • Carte, Bonifico, Paypal, Neteller
  • Costi: da 2% a 5,9%
compra bitcoin

Come investire in Bitcoin senza comprarli

Se invece volete investire in bitcoin senza comprarli perché non avete voglia di registrarvi sulle piattaforme, scaricare wallet, effettuare transazioni con codici alfanumerici etc… potete comunque sfruttare il successo di Bitcoin ed investire sul suo valore facendo trading.

Le migliori piattaforme di trading che consentono di negoziare bitcoin ed altre criptovalute sono le seguenti:

Broker Caratteristiche Trading Cripto
broker trading
  • Conto Demo Gratuito
  • Trading Bitcoin, Eth, Ripple
  • Autorizzato Consob
conto demo
broker criptovalute
  • Trading di BitCoin e Criptovalute
  • 25€ Gratis Senza Deposito
  • Licenza CySec
conto demo
broker trading bitcoin
  • Trading Bitcoin, Dash, Ethereum, Litecoin
  • Conto Demo Gratis
  • Licenza CySec
conto demo
broker trading forex
  • Trading CFD di Bitcoin e altre Cripto
  • 25€ Bonus (Senza Deposito)
  • Licenza CySec
conto demo
broker trading
  • Trading di tutte le criptovalute
  • Forex CFD / Copy Trading
  • Licenza CySec
conto demo
iqoption trading
  • Trading di Bitcoin a partire da 1€
  • Trading da 10 €!
  • Licenza CySec
conto demo

Bitcoin Valore

Il valore attuale di bitcoin è il seguente:

LEGGI PURE
Come Ottenere Bitcoin: I migliori 8 siti dove comprare BTC

Breve storia del Bitcoin dalla sua nascita ad oggi

Bitcoin è stato inventato nel 2009 da una persona fittizia, conosciuta con lo pseudonimo di Satoshi Nakamoto. Nel novembre del 2009 in una community di esperti di crittografia, venne pubblicata una mail in cui un certo Nakamoto, il quale parlava di aver realizzato una moneta digitale completamente peer-to-peer il cui funzionamento escludeva la presenza di terze parti.

La mail conteneva un link ad un regolamento chiamato “Bitcoin: A peer to peer Electronic Cash System“, in cui Satoshi proponeva un nuovo sistema di pagamento via internet, descrivendo un protocollo che usava una rete peer-to-peer e un protocollo proof-of-work e la crittografia a chiave pubblica. Per anni, gli scienziati hanno sperimentato questa tecnologia per realizzare una moneta digitale, ma solo Satoshi scoprì un metodo che non era stato mai utilizzato prima e mettendolo in atto ha di fatto creato: Bitcoin.

Non ci sono tutt’ora prove dell’esistenza di Nakamoto precedenti alla creazione di Bitcoin, sul suo profilo dichiara di essere un uomo di 34 anni residente in Giappone. Certo Satoshi Nakamoto è un nome giapponese, ma nelle varie mail che usava scambiare con altri programmatori per comunicare online, scriveva in perfetto inglese sforzandosi parecchio per mantenere nascosta la sua identità.

chi è satoshi nakamoto
Uno dei tanti sospettati “Satoshi Nakamoto”

Tuttavia, programmatori e crittografi da tutto il mondo riconobbero la genialità della sua creazione e iniziarono a collaborare con lui per sviluppare ulteriormente Bitcoin. Nell’ottobre del 2009 anno in cui venne lanciato definitivamente, con 1 dollaro era possibile ottenere 1.309 bitcoin.

Nel 2009 con un 1$  si ottenevano 1.309 bitcoin!

I bitcoin erano perciò molto economici e continuarono ad essere scambiati per frazioni di dollaro, considerate che nel 2010 vennero acquistate due pizze del valore di 10.000 bitcoin, che in quel periodo corrispondevano a circa 40 dollari e che oggi varrebbero circa 45 milioni di euro!

Ma Bitcoin non era ancora così diffuso, in pochi conoscevano la moneta e in pochi avrebbero avuto modo di poterla scambiare visto che non erano presenti delle vere e proprie piattaforme di scambio. Fu così che nacque Mt. Gox il primo cambiovalute di bitcoin a radicarsi sul mercato e i volumi di scambio iniziarono a salire. C’è da dire che MtGox non permetteva sin da subito di comprare bitcoin in cambio di euro o dollari, per poter acquistare bitcoin erano necessari diversi passaggi con altri circuiti finanziari per poi finalmente passare il proprio credito a MtGox e ricevere indietro i propri bitcoin.

LEGGI PURE
Come Ottenere Bitcoin: I migliori 8 siti dove comprare BTC

A novembre 2010, 4 milioni di bitcoin erano stati estratti. E il prezzo di scambio arrivò subito a 50 centisimi a moneta. Da quel momento in poi il mercato si era finalmente svegliato e si guardò al Bitcoin come una vera e propria valuta. Nel giro di 1-2 anni arrivò alla fatidica soglia dei 30$ per bitcoin.

bitcoin logo

Inutile dire che una moneta anonima, decentralizzata e che era possibile utilizzare per scambiare grossi quantitativi di denaro senza pagare commissioni eccessive, diventò subito la moneta preferita dalle organizzazioni criminali che utilizzavano il dark web come “luogo d’incontro”. Si scoprì così che il bitcoin venne largamente utilizzato per la compravendita di droga sul Silk Road, la più grande piattaforma di compravendita di droga sul web. Quando l’FBI chiuse Silk Road e ne arrestò il suo creatore, il valore di bitcoin crollo fino a raggiungere i 2$ per unità. Molti parlarono della morte di Bitcoin e molti dei suoi detrattori ottennero qualche giorno di gloria.

Ma dopo pochissimo tempo Bitcoin salì nuovamente superando nel 2012 i 100$ per unità. Fu una salita continua fino a quando nel febbraio del 2014, il creatore di MtGox, scappo via portandosi dietro milioni di euro depositati dagli utenti della piattaforma.

Ci fu quindi un ulteriore crollo di Bitcoin e gli utenti cominciarono a capire che gli exchange sono il posto meno sicuro dove detenere i propri bitcoin.

Da quei giorni di assestamento in poi, il valore di bitcoin è in continua e costante salita. Da qualche giorno a questa parte ha superato i 4000 € e sono molti gli analisti che prospettano un futuro roseo per la nuova criptomoneta.

Opinioni: Il futuro di Bitcoin

Non abbiamo certezze su come si comporterà la moneta digitale in futuro, sappiamo solo che dall’avvento di Bitcoin sono nate altre 800 alternative (altcoin), alcune si appoggiano alla Blockchain ed altre hanno sviluppato tecnologie proprietarie. E’ anche probabile che nasceranno nuove alternative “centralizzate” e che i governi cominceranno a comprendere le potenzialità del duo Bitcoin/Blockchain e studieranno un sistema di transazioni simile, ma controllato.

In uno scenario di questo tipo, Bitcoin potrebbe crollare in poco tempo (per via di alternative sempre più valide) o arrivare al milione di euro entro qualche anno. Scongiurando l’arrivo di un eventuale “EuroBit” gridiamo lunga vita al Bitcoin.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO