date importanti trading

Inizio del XX secolo

Solo nel XX secolo le banconote di carta iniziarono a circolare normalmente per merito delle leggi, degli sforzi delle banche centrali di gestire l’offerta di denaro e del controllo governativo delle forniture d’oro.

All’interno di un paese, questo denaro piatto è buono come qualsiasi altro. Internazionalmente no. Il commercio internazionale ha sempre chiesto uno standard accettato ovunque. L’oro e l’argento hanno offerto questo standard per secoli. Una moneta d’oro ufficiale standard regolò il valore del denaro per circa un secolo, prima dell’avvento della I Guerra Mondiale nel 1914.

1929

Il dollaro è stato percepito come più di quello che è stato, dovuto al Crollo del Mercato Azionario e alla conseguente Grande Depressione.

1930

La Banca dei Regolamenti Internazionali (BISBank for International Settlements) fu istituita a Basilea, in Svizzera. I suoi obiettivi  erano di supervisare gli sforzi finanziari dei nuovi paesi indipendenti, oltre a fornire assistenza monetaria ai paesi con momentanei problemi di bilancio.

1931

La Grande Depressione combinata con la sospensione del Sistema Aureo creò una seria diminuzione del commercio in valuta straniera.

II Guerra Mondiale

Prima della II Guerra Mondiale, le valute di tutto il mondo erano quotate contro la Sterlina Inglese. La Seconda Guerra Mondiale collassò la Sterlina. Gli unici paesi usciti illesi dalla guerra furono gli Stati Uniti. Il dollaro USA divenne la valuta più importante del mondo intero.

1944

La Conferenza Finanziaria e Monetaria Nazionale in Bretton Woods, nel New Hampshire discusse il futuro finanziario del mondo nel dopo guerra. Le più grandi nazioni industrializzate occidentali furono d’accordo ad “ancorare” il dollaro USA, che a sua volta fu ancorato, a $35.00 l’oncia d’oro. Il futuro fu progettato per essere stabile, con dei rigidi controlli governativi sui valori della valuta. Il dollaro USA divenne la valuta di riserva del mondo.

LEGGI PURE
Broker Markets: Il Migliore sul Mercato?

1957

Fu creata la Comunità Europea.

1967

Alla riunione del FMI in Rio de Janeiro, furono creati i Diritti Speciali di Prelievo (SDRs). Gli SDRs sono asset internazionali di riserva creati e assegnati dal FMI per complementare gli asset di riserva esistenti.

1971

L’Accordo Smithsonian, raggiunto in Washington D.C., ha avuto un ruolo di transizione al libero mercato. I range di fluttuazioni di valute relativi al dollaro USA furono aumentati da 1 a 4.5 percento. Il range di valute fluttuanti una contro l’altra fu aumentato fino al 9%. Nello stesso tempo la Comunità Economica Europea provò a distanziarsi dal blocco del dollaro USA e dal blocco del marco tedesco, progettando il suo proprio Sistema Monetario Europeo. Nell’estate del 1971, il Presidente Nixon portò gli Stati Uniti fuori dal Sistema Aureo Gold Standard, e i tassi di cambio fluttuanti iniziarono a materializzarsi.

1972

La Germania Ovest, la Francia, l’Italia, l’Olanda, il Belgio e il Lussemburgo svilupparono l’European Joint Float. Alle valute membro era permesso fluttuare in una banda del 2.25 percento contro ogni altra, e del 4.5 percento contro gli USD.

1973

I sistemi dello Smithsonian Institution Agreement e l’European Joint Float collassarono sotto una pesante pressione del mercato. Seguendo la seconda maggiore svalutazione del dollaro USA, il sistema del tasso fisso era totalmente scartato dal Governo USA e sostituito con il tasso fluttuante.

1978

Il Fondo Monetario Internazionale decretò ufficialmente la libera fluttuazione della valuta.

1979

Fu istituito il Sistema Monetario Europeo.

1999

Primo gennaio 1999, l’Euro fa la sua apparizione ufficiale tra i paesi membri dell’Unione Europea.

2002

Il primo gennaio 2002 l’Euro divenne la moneta unica e sostituì le altre 12 valute nazionali dentro dell’Unione Europea e del Mercato Monetario: Belgio, Germania, Grecia, Spagna, Francia, Irlanda, Italia, Lussemburgo, Olanda, Austria, Portogallo e Finlandia.

LEGGI PURE
Si può Vivere di Trading?

OGGI

Oggi l’offerta e la domanda di una particolare valuta, o del suo relativo valore, è il fattore principale per determinare i tassi di cambio. Diminuiscono gli ostacoli e aumentano le opportunità come il fallimento del comunismo e la crescita drammatica dell’economia Asiatica e di America Latina hanno creato nuove opportunità per gli investitori.

Quantità sempre più grandi di valuta straniera fluiscono nelle banche di altri paesi.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO