forex market

La parola forex deriva da FOReign EXchange (scambio di valuta straniera) e si riferisce al più grande mercato finanziario del mondo.

A differenza degli altri mercati, il forex market è aperto 24 ore al giorno 5 giorni la settimana (dal Lunedì al Venerdì) e ha un fatturato stimato di circa 3ooo miliardi al giorno.

Questo tremendo fatturato è più della somma di tutti i mercati azionari del mondo in un qualsiasi giorno. Di conseguenza è un mercato molto liquido e attrattivo per i traders di valuta (traders = parola inglese dal verbo to trade che significa commerciare quindi traders = commercianti, quelli che comprano e vendono valuta).

Diversamente dalla maggioranza dei mercati, il forex market non ha una sede fissa. È principalmente commerciato attraverso banche, brokers, dealers, istituzioni finanziarie e individui privati. Gli scambi vengono eseguiti attraverso il telefono e sempre di più attraverso Internet.

È solo negli ultimi anni che i piccoli investitori hanno guadagnato l’accesso a questo mercato. Prima l’ammontare del deposito richiesto precludeva i piccoli investitori. Con l’avvento di Internet e la crescita della concorrenza, il forex è ora alla portata di tutti gli investitori.

Ascolterai spesso il termine INTERBANK a proposito di forex. Questo, in origine, come suggerisce il nome, era semplicemente lo scambio di informazioni tra le banche e le grandi istituzioni sui tassi correnti ai quali i loro clienti o loro stessi potevano comprare o vendere  valuta. INTER significa fra e per BANK si intende istituzioni che prendono depositi, normalmente banche, grandi istituzioni finanziarie, brokers o anche Stati.

Il mercato si è evoluto a un livello tale che il termine interbank ora sta a indicare chiunque è in condizioni di comprare o vendere valuta. Potrebbero anche essere due privati o l’agenzia di viaggi locale che si offre di cambiare euro per dollari americani.

LEGGI PURE
Snapchat IPO: Quando e Come avverrà l'IPO di "SNAP" al NYSE

Possiamo comunque comprovare che la maggior parte dei brokers o delle banche usano feeds centralizzati per assicurare l’accuratezza delle quotazioni. Le quotazioni per il Bid (comprare) e Ask (vendere) dovrebbero  tutte pervenire da fonti accurate. Queste quotazioni sono normalmente rilasciate da circa 300 grandi istituzioni. Questo assicura che se piazzano un ordine a tuo nome l’istituzione che ha emesso l’ordine sarà capace di onorarlo.

Ora anche se abbiamo parlato di ordini onorati, si stima che tra il 70% e il 90% circa del mercato forex è speculativo (per guadagnare, ndr). In altre parole, la persona o istituzione che compra o vende valuta non ha intenzione di ricevere fisicamente la valuta, vuole soltanto speculare sul suo movimento.

Da uno studio fatto da Bank For International Settlements, si evince che oltre il 90% delle valute sono scambiate contro il dollaro americano (USD). Le successive 4 valute più commerciate sono l’euro (EUR), lo yen giapponese (JPY), la sterlina inglese (GBP) e il franco svizzero (CHF). Poiché le valute sono scambiate in coppie una con l’altra, la quotazione a cui sono scambiate si chiama tasso di cambio. Queste quattro valute scambiate contro il dollaro USA compongono la maggioranza del mercato e sono chiamate valute maggiori o the majors.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO