stop loss

Introduzione allo Stop Loss

Qualsiasi strategia di trading intendiamo applicare ad una determinata fase di mercato necessita di tre aspetti fondamentali per diventare realmente produttiva: le regole di ingresso, le regole di uscita e lo Stop Loss.

A meno che non ci stiamo affidando ad un robot per il trading automatico, l’ingresso a mercato avviene sempre al verificarsi dei segnali determinati dalla nostra personale strategia di trading mentre le regole di uscita possono essere date da:

  1. Segnali di uscita dal trade come le figure di inversione;
  2. Raggiungimento del nostro obiettivo di profitto;
  3. Raggiungimento della nostra soglia di perdita massima prefissata;
  4. Raggiungimento del Livello di Stop Loss a protezione del capitale;

Ricordiamoci quindi di determinare sempre in anticipo le regole di uscita dal mercato che devono essere strettamente correlate alla strategia di money management applicata.

In questo articolo andreamo ad analizzare in profondità il quarto punto, cioè il livello di Stop Loss riservando ad altre guide la spiegazione delle altre circostanze elencate prima.

Quando inizierai a fare trading con il tuo conto demo inizierai a renderti conto che la parte più difficile non è tanto trovare le opportunità di ingresso a mercato quanto individuare il giusto momento in cui uscire, sia che tu sia in perdita che in profitto.

Lo Stop Loss quindi ha il compito di limitare gli eventuali danni causati da una interpretazione sbagliata del mercato riducendo la perdita massima associata al singolo trade.

Grazie allo Stop Loss possiamo evitare di trovarci in situazioni di irrecuperabile perdita e ci consente di operare con serenità impostando una cifra massima superata la quale la nostra posizione potrà essere chiusa in automatico.

Prima di passare al cuore dell’argomento, ti ricordo di provare sempre in demo tutte le nuove tecniche di trading e se non lo hai ancora fatto apri un conto demo con Markets.com

Esistono diversi metodi per la determinazione dello Stop Loss ideale e oltre all’aspetto teorico che analizzeremo a breve, va sempre tenuto conto di due fattori molto importanti:

  1. Il Livello Psicologico del Trader, cioè la propensione al rischio di ogni investitore;
  2. Il Capitale disponibile;

Quindi possiamo definire lo Stop Loss come la massima perdita che un Trader è disposto a subire nel caso in cui la nostra analisi si riveli infine sbagliata.

LEGGI PURE
Il Forex Trading è in crescita o in calo?

Definire uno Stop Loss può sembrare un concetto molto semplice ma nella realtà non è così, infatti c’è il rischio di uscire troppo presto con uno Stop stretto o troppo tardi con uno Stop Loss molto ampio.



Innanzitutto uno Stop Loss adeguato deve essere sostenibile in base al nostro capitale di partenza, se hai letto i nostri articoli di Money Management saprai bene che consigliamo di mantenere un rischio di non oltre il 3% quindi se abbiamo un capitale di 1000€ e per la nostra sessione di trading decidiamo di impostare un rischio del 3% allora possiamo impostare uno Stop di massimo 30€ per ogni singola operazione.

Questo poi in realtà dipende anche dalla strategia di trading che stiamo utilizzando, personalmente cerco di impostare un rischio del 3% per le operazioni in Trend e del 1 o 2% massimo per le operazioni nei mercati laterali, ma voi potete anche utilizzare percentuali diverse.

Come regola accettabile possiamo comunque definire come Stop Loss ideale un valore che varia dal 1 al 3% del nostro capitale.

Ma questa non è l’unica regola che serve a definire uno Stop adeguato alle nostre operazioni, infatti molto spesso i livelli di Stop vengono indicati proprio dai grafici e dalle strategie che stiamo applicando.

Di seguito vediamo dei grafici con impostati gli Stop secondo noi più idonei alle strategie di trading abbinate.

Esempi Operativi di Stop Loss

In questo esempio l‘EUR/USD si sta muovendo lateralmente e siamo in attesa di una rottura della resistenza a 1.12276 che avviene giorno 29/03/2016 con una LONG BAR rialzista.

Siamo quindi entrati a mercato alla rottura della resistenza e il livello di Stop Loss è stato impostato appena sotto il supporto del precedente canale in cui si muoveva il prezzo.

In questo modo se anche il prezzo dopo aver rotto la resistenza e fosse rientrato nel canale prima di rompere nuovamente al rialzo (secondo il principio delle Mani Forti) la nostra posizione sarebbe rimasta ancora aperta.

In ogni caso è sempre opportuno impostare gli Stop Loss in quei livelli del grafico che pensiamo siano difficili da raggiungere e spesso questi livelli coincidono con i precedenti supporti e resistenze.

Vediamo adesso come impostare i livelli di Stop in un mercato che si muove lateralmente all’interno di un canale delineato dalle linee di supporto e resistenza.

stop loss mercato laterale

In quest’altro esempio abbiamo un mercato che si muove all’interno di un range definito (linee blu).

LEGGI PURE
Le Basi del Money Management

L’Analisi Tecnica ci insegna che in queste occasioni è opportuno acquistare quando il prezzo si avvicina ai supporti e vendere quando il prezzo si avvicina alle resistenze.

Seguendo queste regole, il miglior livello in cui impostare i nostri Stop Loss è appena sotto i supporti quando acquistiamo e appena sopra le resistenze quando vendiamo, proprio perchè è storicamente dimostrato che il prezzo sta rimbalzando su questi livelli piuttosto che sfondarli.

Ricordate comunque che queste regole si sposano con i criteri di Money Management che abbiamo elencato all’inizio dell’articolo, quindi cerchiamo di impostare gli Stop sui livelli opportuni ma seguendo senza mai eccedere il rischio massimo che possiamo permetterci.

Stop Loss nelle inversioni di Trend

Vediamo adesso come impostare gli Stop nei Trade sulle inversioni di Trend.

Nell’esempio seguente prenderemo in considerazione un ingresso SHORT alla rottura del punto 2 del famoso Pattern 123 High/Low di Joe Ross, che anticipa le imminenti inversioni di trend offrendoci degli ingressi a mercato ad altissima percentuale di successo (qui trovate la spiegazione completa del pattern 123 di Joe Ross e relativa strategia di trading)

stop loss 123 joe ross

In questo caso abbiamo un trend rialzista che inizia a formare il pattern 123 High di Joe Ross che ci fa presagire una imminente inversione del trend.

Siamo quindi entrati SHORT alla rottura ribassista del punto 2 e per quanto riguarda gli Stop abbiamo 2 alternative che dipendono solo ed esclusivamente dalla nostra propensione al rischio:

  1. Possiamo impostare lo Stop appena sopra la candela che ha formato il punto 3;
  2. Oppure impostiamo lo Stop appena sopra la candela che ha formato il punto 1 e che è anche il punto massimo del trend precedente.

Ovviamente se impostiamo lo Stop appena sopra il punto 1 del pattern 123 High abbiamo un più ampio spazio di manovra che ci permette di dare più spazio al trade a fronte di un rischio maggiore.



Invece impostando lo Stop appena sopra il punto 3 stiamo restringendo lo spazio vitale del nostro Trade ma riduciamo anche il potenziale rischio di chiudere in anticipo la posizione.

Stop Loss nella Strategia Camelback di Joe Ross

Per chi non ha mai sentito parlare della strategia Camelback di Joe Ross ricordo che si tratta di una delle tecniche di trading scalping e trading intraday più efficaci che esistano ad oggi che permette di cavalcare i Trend con diverse opportunità.

Rimando alla lettura di questo articolo per chi volesse approndire questa tecnica e adesso vedremo soltanto come impostare gli Stop Loss.

LEGGI PURE
Quando e come Chiudere un Trade

stop loss camelback

Quando facciamo trading con la strategia Camelback di Joe Ross dobbiamo entrare a mercato alle rotture dei Minimi/Massimi relativi che si formano durante il corso del trend e gli Stop Loss vengono impostati appena sotto i Minimi Relativi o appena sopra i Massimi Relativi.

Questi sono solo degli esempi che cercano di rendere l’idea sui criteri da utilizzare per impostare correttamente uno Stop Loss, quindi ricapitolando:

  1. Imposta sempre lo Stop nei livelli importanti come resistenze e supporti;
  2. Scegli degli Stop Loss deguati al tuo capitale cercando di non superare mai la soglia del 3%;
  3. Determina lo Stop Loss sempre prima di aprire una posizione;
  4. Non utilizzare mai Stop mentali ma inserisci sempre l’ordine di Stop sul grafico;

Come Inserire gli Stop Loss in Metatrader

Se usi la piattaforma di trading gratuita Metatrader, impostare gli Stop è davvero molto semplice e intuitivo, infatti già nella scheramata di inserimento dell’ordine possiamo inserire sia Stop Loss che Take Profit.

stop loss metatrader 4Se invece vogliamo modificare il livello di Stop in un ordine già eseguito, basta cliccare con il mouse sulla linea dell’ordine e scendere verso il basso per le posizioni LONG e scorrere verso l’alto per impostare uno Stop nelle posizioni SHORT.

Facendo in questo modo possiamo anche impostare uno stop subito prima o subito dopo un supporto/resistenza senza dover vedere il prezzo ma semplicemente scorrendo la linea.

Per esercitarti con l’utilizzo dello Stop Loss ricorda di utilizzare un conto demo gratuito come quello offerto dal Broker Markets.com oppure visita la nostra pagina dedicata ai broker autorizzati CONSOB per trovare quello più adatto alle tue esigenze.



Ricorda inoltre che al momento Markets.com offre ancora la possibilità di iscriversi gratuitamente per ricevere il bonus da 25€ senza richiedere il deposito iniziale, quindi approfittane.

Uno strumento utile per lo Stop Loss

Abbiamo detto che spesso i supporti e le resistenze offrono degli ottimi livelli sui quali impostare i nostri ordini di Stop e per farlo io utilizzo un particolare indicatore utilissimo per Metatrader 4 e di cui parliamo spesso nei nostri articoli: “Support and Resistance by Barry” che potete scaricare gratuitamente cliccando sul link, dove troverete pure la guida all’installazione e all’utilizzo.

In questo articolo abbiamo cercato di identificare delle regole generali per definire gli stop loss nei nostri trade e con qualche esempio sulle strategie spero di aver chiarito meglio l’argomento ma se ne hai bisogno puoi chiederci ulteriori chiarimenti scrivendo tra i commenti!

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO